V Seminario Cirseu

Il Quinto Seminario del Cirseu quest'anno ha visto la partecipazione di alcuni studiosi italiani e altri stranieri, in particolar modo russi. Nella Sala "Dessau" del Rettorato si è svolto l'incontro tra studiosi che hanno approfondito le tematiche della rivoluzione russa del 1917 a cento anni dalla sua esplosione. Hanno partecipato i proff. Stefano Caprio, del Pontificio Istituto Orientale, Giovanni Codevilla, ex docente dell'Università degli studi di Milano, Cesare La Mantia e Pietro Neglie dell'Università di Trieste, Francesca Tuscano, slavista dell'Università di Bologna, Liudmila Riabova e Marina Samarina dell'Università di San Pietroburgo, Miguel Angel de L'Arco Blanco dell'Università di Granada. Ha coordinato i lavori il prof Francesco Randazzo dell'Università degli Studi di Perugia. L'incontro, prodromico della pubblicazione che seguirà nei prossimi mesi, ha fatto il punto su alcuni aspetti che meglio caratterizano lo studio del fenomeno bolscevico in questi anni, con ampie panoramiche sullo stato dell'arte e sulle moderne teorie che animano lo studio di questo controverso periodo della storia mondiale. Il tutto, partendo da diversi punti di vista, storico-politico, filosofico, religioso, letterario e sociale. I risultati dell'incontro tra questi intellettuali, come già detto, si riverseranno nel volume monografico (il quinto) della collana "I Quaderni del Cirseu" in uscita nei prossimi mesi.